Documentazione

Comunicazione

Del: 01/05/2014 - Di: SIC Magazine - Titolo: Internet alleato degli anziani contro solitudine e depressione (Sanità in cifre)

Internet alleato degli anziani contro solitudine e depressione
(Sanità in cifre)

INTERNET ALLEATO DEGLI ANZIANI CONTRO SOLITUDINE E DEPRESSIONE

28.04.2014 - ore 16.04

Internet aiuta a scongiurare il rischio di depressione tra gli anziani. Lo afferma un nuovo studio condotto da Shelia Cotten della Michigan State University e pubblicato sul Journal of Gerontology. In estrema sintesi, lo studio invita gli anziani a utilizzare la rete per sollevare il proprio umore e ridurre la sensazione di solitudine. La ricerca ha seguito la vita quotidiana di migliaia di anziani americani in pensione per sei anni. I dati di base sono invece quelli dell’Health and retirement survey, un’indagine sullo stato di salute e di benessere condotta su più di ventiduemila partecipanti anziani. Risulterebbe come tra gli anziani che utilizzavano Internet, la probabilità di ammalarsi di depressione è inferiore del 30%. Si tratta dunque di un impatto in apparenza positivo, che interessa soprattutto gli anziani soli, vale a dire i più esposti alla depressione: è proprio tra queste persone che l’effetto benefico della rete risulta più forte. Internet aiuta le persone anziane a restare in contatto con le proprie reti sociali, come la famiglia, e a non sentirsi soli, oltre ad allenare le abilità comunicative. Al tempo stesso, vanno sottolineati anche i rischi di un uso eccessivo della rete. Come sottolinea la stessa autrice dello studio, stare per troppe ore seduti davanti a un computer, ignorando i ruoli che si hanno nella vita e le cose che si devono realizzare come parte della propria quotidianità, può produrre un impatto negativo.

Da SIC Sanità in Cifre Magazine, Newsletter n.16, anno V,30 aprile 2014

FONTE WEB: http://www.sanitaincifre.it/2014/04/internet-alleato-degli-anziani-soli-contro-la-depressione/


 
TOP


Del: 27/12/2013 - Di: AA VV - Titolo: Recommendation on proper use of social media by Nurses (Raccomandazioni sul corretto utilizzo dei social media da parte degli infermieri)

Recommendation on proper use of social media by Nurses
(Raccomandazioni sul corretto utilizzo dei social media da parte degli infermieri)

Recommendations on proper use of social media by nurses

di Marina Vanzetta (1), Ercole Vellone (2), Dal Molin Alberto (3), Emma Martellotti (4), Rosaria Alvaro (5)

(1) Dottoranda in Scienze Infermieristiche, Università Tor Vergata, Roma; (2) Assegnista di Ricerca in Scienze Infermieristiche; (3) Dottore di Ricerca, Coordinatore del Corso di Laurea Infermieristica Università del Piemonte Orientale, sede di Biella; (4) Responsabile dei servizi editoriali e giornalistici, Federazione Nazionale Collegi Infermieri professionali, Assistenti sanitari, Vigilatrici d'infanzia (IPASVI), Roma; (5) Professore associato di Scienze Infermieristiche, Università Tor Vergata, Roma

ABSTRACT

Introduction: The use of Web to communicate, find information, and share experiences, also on health subject, is in continue growing. Internet development and its diffusion have led to develop multimedia communication tools accessible through different type of devices. This unstoppable shift offers unprecedented communication opportunities with citizens and represents a challenge for all health professionals. However, the use of social media entail some risks, especially in health environments: the improper use of these tools can compromise the patient’s privacy, his relation with the health operators, with the health organizations and the entire health system. The aim of this study is to find and describe the proper use modalities of social media for nurses.

Methods A non-systematic literature review through biomedical and guidelines database, national and governmental health agencies’ websites and generic internet browser (Google) has been conducted.

Results We found 88 results and only nine of these met the inclusion criteria. All documents considered underline the social media potentialities and risks and propose basic recommendations about the proper use of these new multimedia tools.

Conclusions The awareness and knowledge of the social media are the key elements for a proper use of these tools, getting their advantages without risks. To reach this goal is desirable a specific formation about the social media for the health operators and, before, for the health professions’ students. The phenomenon of social media should be studied more in depth and should be set up an inter/intraprofessional comparison to produce common recommendations.

Key words: nurse, social media, guideline, recommendations

Raccomandazioni sul corretto utilizzo dei social media da parte degli infermieri

RIASSUNTO

Introduzione: Sempre più spesso il Web viene utilizzato dalle persone per comunicare, trovare informazioni e condividere esperienze, anche sul tema della salute. Lo sviluppo e la diffusione di Internet ha portato all’elaborazione di strumenti multimediali di comunicazione veloci e sofisticati, quali i social media, utilizzabili attraverso differenti tipologie di dispositivi. Questo cambiamento inarrestabile offre nuove opportunità di comunicazione diretta con il cittadino, senza precedenti, e rappresenta quindi una sfida per tutti i professionisti della salute, tra cui gli infermieri. Tuttavia l’uso dei social media comporta alcuni rischi, soprattutto se usati in ambito sanitario; se usati in maniera impropria possono violare i diritti del cittadino/paziente (per esempio la privacy), compromettere il suo rapporto con i sanitari o il rapporto tra gli stessi colleghi e minare l’immagine dell’organizzazione o, più in generale, del sistema sanitario.

L’obiettivo di questo studio è quello di individuare e descrivere le corrette modalità di accesso e di utilizzo dei social media da parte degli infermieri.

Materiali e metodi Nel mese di agosto 2013 è stata condotta una revisione non sistematica della letteratura tramite l’utilizzo delle principali banche dati biomediche e di linee guida. E’ stata anche condotta una ricerca sui siti di agenzie sanitarie nazionali e governative e attraverso i motori di ricerca generici. Risultati La ricerca bibliografica ha prodotto 88 risultati; di questi solo nove documenti hanno raggiunto i criteri di inclusione. Tutte le linee guida e le raccomandazioni trovate sottolineano le grandi potenzialità dei social media, i potenziali rischi e offrono indicazioni basilari per utilizzare in maniera corretta questi nuovi strumenti.

Conclusioni Per sfruttare al meglio le potenzialità dei social media e usarli in sicurezza in ambito sanitario è importante conoscerli ed essere consapevoli dei loro rischi; per fare ciò è auspicabile una formazione appropriata dei professionisti della salute e, a monte, degli studenti delle professioni sanitarie. Sarebbe inoltre utile approfondire il tema dei social media per meglio comprendere il fenomeno e avviare un confronto intra e interprofessionale che porti alla produzione di raccomandazioni comuni.

Parole chiave: infermieri, social media, linee guida, raccomandazioni

Corrispondenza: marina22@libero.it

FONTE: da l’Infermiere, Notiziario di aggiornamenti professionali online, Organo ufficiale della Federazione nazionale Ipasvi, Anno LVII, n.5, settembre-ottobre 2013

L’intero articolo è consultabile al seguente link della FN Ipasvi:

http://www.ipasvi.it/ecm/rivista-linfermiere/rivista-linfermiere-page-17-articolo-207.htm

 


 
TOP


Categorie
Copyrights ©2021: Dinamica-mente - Non solo infermieristica